Come congelare i cuori di carciofo

Approfittando di questo periodo di minor costo dei carciofi e trovandone di buona qualità, è opportuno crearne una scorta da utilizzare in periodi successivi. Io li ho congelati seguendo il procedimento che sto a descrivervi, l’ho fatto anche negli anni passati e posso garantirvi la perfetta riuscita. Vi consiglio anche la preparazione casalinga dei carciofi sott’olio.

cucina,ricetta,ricette,ricette carciofi,come congelare i carciofi,ricette fotografate,Ingredienti:

  • carciofi
  • sacchetti gelo

 

 

 

Eliminate le foglie dei carciofi e con un coltello molto affilato tornite i cuori di carciofo ed immergeteli man mano in acqua acidulata con succo di limone, per evitare di farli annerire.

Confezionate nelle apposite buste 4 cuori di carciofo alla volta dopo averli asciugati e porzionando ognuno in 4 o 6 pezzi.  Passate ogni busta immediatamente nel congelatore, e così fino a esaurimento. 

 cucina,ricetta,ricette,ricette carciofi,come congelare i carciofi,ricette fotografate,

cucina,ricetta,ricette,ricette carciofi,come congelare i carciofi,ricette fotografate,

cucina,ricetta,ricette,ricette carciofi,come congelare i carciofi,ricette fotografate,

Al momento del loro utilizzo se andate di fretta scongelateli immergendoli in acqua bollente per qualche  istante.

Crema di peperoncini piccanti

cucina,ricetta,ricette,conserva peperoncino,bruschetta,antipasti,ricetta fotografata

Se vi piace il gusto piccante del peperoncino vi consiglio la preparazione di un barattolo di crema di peperoncini che sarà utile in cucina per esaltare il gusto di svariate ricette. Personalmente lo utilizzo molto per la preparazione di bruschette da presentare come antipasto al fine di stuzzicare l’appetito.

La crema di peperoncini dopo il primo utilizzo dovrà essere tenuta in frigo e sempre coperta di olio.

Ingredienti:

cucina,ricetta,ricette,conserva peperoncino,bruschetta,antipasti,ricetta fotografata

  • 20 peperoncini
  • 1 cucchiaino di sale
  • olio extravergine di oliva

 

 

 

 

Se i peperoncini sono stati raccolti da poco lasciateli asciugare per qualche giorno, poi tagliateli a pezzetti e frullateli con un frullatore a immersione aggiungendo un poco di sale e di olio extravergine.

Riempite un barattolo e coprite la superficie con olio extravergine.

Ad ogni prelievo di crema di peperoncino dal barattolo dovrete fare attenzione che la superficie sia interamente coperta dall’olio.

cucina,ricetta,ricette,conserva peperoncino,bruschetta,antipasti,ricetta fotografata,

cucina,ricetta,ricette,conserva peperoncino,bruschetta,antipasti,ricetta fotografata,

cucina,ricetta,ricette,conserva peperoncino,bruschetta,antipasti,ricetta fotografata,

cucina,ricetta,ricette,conserva peperoncino,bruschetta,antipasti,ricetta fotografata,

cucina,ricetta,ricette,conserva peperoncino,bruschetta,antipasti,ricetta fotografata,

E se volete potrete preparare dell’olio piccante basterà immergere nell’olio alcuni pezzi di peperoncino e attendere almeno un mese per utilizzarlo.

cucina,ricetta,ricette,conserva peperoncino,bruschetta,antipasti,ricetta fotografata,

Melanzane sott’olio

Come ogni estate arriva il momento dedicato alla conserva delle melanzane sott’olio. Quest’anno le ho preparate seguendo il consiglio di una anziana amica veterana della buona cucina tradizionale.

La conserva di melanzane bisogna necessariamente prepararla utilizzando melanzane nere, mai quelle viola molto più delicate e quindi poco adatte alla conserva.

Ingredienti:

cucina,ricetta,ricette,conserve,ricetta melanzane,conserve casalinghe,ricetta fotografata,antipasti,contorni,

  • melanzane nere (o turche)
  • 1 lt. acqua
  • 1 lt. aceto di vino
  • 100 gr. zucchero
  • origano siciliano
  • olio extravergine di oliva
  • aglio
  • peperoncino

 

Affettate le melanzane, ponetele in un recipiente forato e cospargetele con sale, tenetele così per qualche ora.

Fate sobbollire l’acqua con aceto e zucchero, immergete le fette di melanzane e tenetele a bollire per 1 minuto.

Estraete le melanzane e adagiatele su un canovaccio o su carta cucina, tamponatele con altra carta fin quando riscontrerete che le fette non scaricano liquidi.

Trasferite nei barattoli sterilizzati le fette di melanzana riducendole a pezzi più piccoli e inserite all’interno dei barattoli origano, olio extravergine e se lo gradite aglio e peperoncino. Pressate delicatamente il contenuto del barattolo assicurandovi che non restino all’interno bolle d’aria che potrebbero causare il deterioramento dell’alimento.

Le melanzane sott’olio potranno essere consumate dopo un mese e per tutta la stagione invernale.

cucina,ricetta,ricette,conserve,ricetta melanzane,conserve casalinghe,ricetta fotografata,antipasti,contorni,

cucina,ricetta,ricette,conserve,ricetta melanzane,conserve casalinghe,ricetta fotografata,antipasti,contorni,

cucina,ricetta,ricette,conserve,ricetta melanzane,conserve casalinghe,ricetta fotografata,antipasti,contorni,

cucina,ricetta,ricette,conserve,ricetta melanzane,conserve casalinghe,ricetta fotografata,antipasti,contorni,

cucina,ricetta,ricette,conserve,ricetta melanzane,conserve casalinghe,ricetta fotografata,antipasti,contorni,

cucina,ricetta,ricette,conserve,ricetta melanzane,conserve casalinghe,ricetta fotografata,antipasti,contorni,

cucina,ricetta,ricette,conserve,ricetta melanzane,conserve casalinghe,ricetta fotografata,antipasti,contorni,

cucina,ricetta,ricette,conserve,ricetta melanzane,conserve casalinghe,ricetta fotografata,antipasti,contorni,

Conserva cipolla in agrodolce

Seguendo le indicazioni di un’amica mi sono cimentata nella preparazione di conserva di cipolla rossa di Tropea (o calabrese) che in questo periodo si trova in abbondanza in ogni mercato e che in assoluto trovo di qualità superiore a qualsiasi altro tipo di cipolla. Conferisce una nota molto gradevole in ogni suo utilizzo, è molto apprezzata anche cruda mista a insalata di pomodori.

Ho assaggiato la conserva di cipolla dopo un mese dalla sua preparazione e visto i risultati molto apprezzabili ve ne passo la ricetta e mi accingo a prepararne una scorta per l’inverno.

Ingredienti:

cucina,ricetta,ricette,conserve casalinghe,cipolla agrodolce,ricetta fotografata,antipasti,contorni,cipolla calabria,

  • cipolla rossa
  • 1 lt acqua
  • 1 lt aceto di vino
  • 100 gr. zucchero
  • origano siciliano
  • olio extravergine di oliva

 

Sbucciate e affettate le cipolle.

In un tegame portate a ebollizione l’acqua con l’aceto e lo zucchero, immergete le cipolle affettate e fatele sobbollire per 3 minuti.

Sgocciolate per bene le cipolle e poi adagiatele su carta cucina e tamponatele fintanto che avranno perso l’umidità in eccesso. Se preferite potrete usare canovacci da cucina che sicuramente accelereranno i tempi avendo un potere assorbente maggiore rispetto alla carta.

cucina,ricetta,ricette,conserve casalinghe,cipolla agrodolce,ricetta fotografata,antipasti,contorni,cipolla calabriacucina,ricetta,ricette,conserve casalinghe,cipolla agrodolce,ricetta fotografata,antipasti,contorni,cipolla calabria

cucina,ricetta,ricette,conserve casalinghe,cipolla agrodolce,ricetta fotografata,antipasti,contorni,cipolla calabriacucina,ricetta,ricette,conserve casalinghe,cipolla agrodolce,ricetta fotografata,antipasti,contorni,cipolla calabria

cucina,ricetta,ricette,conserve casalinghe,cipolla agrodolce,ricetta fotografata,antipasti,contorni,cipolla calabriacucina,ricetta,ricette,conserve casalinghe,cipolla agrodolce,ricetta fotografata,antipasti,contorni,cipolla calabria

cucina,ricetta,ricette,conserve casalinghe,cipolla agrodolce,ricetta fotografata,antipasti,contorni,cipolla calabria

cucina,ricetta,ricette,conserve casalinghe,cipolla agrodolce,ricetta fotografata,antipasti,contorni,cipolla calabria 

Invasate le cipolle in barattoli sterilizzati aromatizzandole con origano fresco di Sicilia e coprendole con olio extravergine di oliva.

cucina,ricetta,ricette,conserve casalinghe,cipolla agrodolce,ricetta fotografata,antipasti,contorni,cipolla calabria

cucina,ricetta,ricette,conserve casalinghe,cipolla agrodolce,ricetta fotografata,antipasti,contorni,cipolla calabria

Etichettate i barattoli e lasciate riposare la conserva per un pò di tempo (circa 1 mese) prima di mangiarla, è ottima come antipasto o come contorno.

cucina,ricetta,ricette,conserve casalinghe,cipolla agrodolce,ricetta fotografata,antipasti,contorni,cipolla calabria,

Tonno sott’olio

Nei giorni scorsi io e Nicola abbiamo avuto l’opportunità di pescare piccoli tonni ed io ho approfittato per iniziare l’approvvigionamento del tonno sott’olio fatto in casa che vi assicuro nulla ha a che vedere con quello lavorato industrialmente.

Se volete cimentarvi in questa piccola impresa sarà facile in questo periodo trovare in pescheria tonni freschissimi da preparare nel modo che vi indico, la cui ricetta negli anni scorsi mi è stata fornita dalla moglie di un pescatore che non finirò mai di ringraziare per avermi dato la possibilità di preparare in casa un eccezionale tonno sott’olio.

cucina,ricetta,ricette,conserve sott'olio,conserve casalinghe,tonno sott'olio,ricette fotografate,

 

Ingredienti:

  • tonno
  • sale
  • olio extravergine di oliva

 

 

Eviscerate i tonni eliminando anche le branche, lavateli e tuffateli in acqua bollente salata (90 gr. di sale per ogni litro di acqua). Lasciateli in ebollizione per 45 minuti.

cucina,ricetta,ricette,conserve sott'olio,conserve casalinghe,tonno sott'olio,ricette fotografate,

Sfilettate il pesce e adagiatelo su una superficie rivestita di carta cucina.

cucina,ricetta,ricette,conserve sott'olio,conserve casalinghe,tonno sott'olio,ricette fotografate,

Coprite il pesce con altra carta e lasciatelo asciugare per 24 ore.

cucina,ricetta,ricette,conserve sott'olio,conserve casalinghe,tonno sott'olio,ricette fotografate,

Mettete i filetti di tonno nei barattoli coprendoli con olio di oliva.

cucina,ricetta,ricette,conserve sott'olio,conserve casalinghe,tonno sott'olio,ricette fotografate,

Chiudete bene i barattoli e procedete alla sterilizzazione facendoli bollire per 30 minuti.

cucina,ricetta,ricette,conserve sott'olio,conserve casalinghe,tonno sott'olio,ricette fotografate,

cucina,ricetta,ricette,conserve sott'olio,conserve casalinghe,tonno sott'olio,ricette fotografate,

Estraete i barattoli solo quando l’acqua si è raffreddata, etichettateli e attendete almeno un mese per iniziare a gustare questo ottimo tonno sott’olio.

cucina,ricetta,ricette,conserve sott'olio,conserve casalinghe,tonno sott'olio,ricette fotografate,

cucina,ricetta,ricette,conserve sott'olio,conserve casalinghe,tonno sott'olio,ricette fotografate,come fare il tonno sott'olio

Pesto di basilico

Dopo un periodo di parziale allontanamento dal blog, vi propongo la ricetta del pesto di basilico che preparo durante l’estate e che conservo nel congelatore per utilizzarlo durante l’inverno.

Lo preparo nella maniera più semplice utilizzando solo basilico, sale, olio e pinoli. Al momento del suo utilizzo arricchisco il pesto con altro olio extravergine e parmigiano grattugiato. Evito l’aggiunta di aglio per venire incontro a chi soffre di intolleranza, ma se non avete di questi problemi consiglio di arricchirne il sapore con qualche spicchio.

ricetta,ricette,cucina,pesto genovese,pesto di basilico,ricette tradizionali,condimenti per pasta,ricetta fotografata,scuola di cucina,

Ingredienti:

  • Foglie basilico
  • sale
  • olio extravergine
  • pinoli

 

 

Dopo aver lavato e asciugato con un canovaccio le foglie di basilico, inseritele nel bicchiere di un frullatore aggiungendo il sale occorrente, l’olio e i pinoli.

ricetta,ricette,cucina,pesto genovese,pesto di basilico,ricette tradizionali,condimenti per pasta,ricetta fotografata,scuola di cucina,

Aggiungete gli ingredienti poco per volta

ricetta,ricette,cucina,pesto genovese,pesto di basilico,ricette tradizionali,condimenti per pasta,ricetta fotografata,scuola di cucina,

e, appena raggiunta la giusta cremosità, versate la salsa in piccoli bicchieri che sigillerete con la pellicola per alimenti.

ricetta,ricette,cucina,pesto genovese,pesto di basilico,ricette tradizionali,condimenti per pasta,ricetta fotografata,scuola di cucina,

ricetta,ricette,cucina,pesto genovese,pesto di basilico,ricette tradizionali,condimenti per pasta,ricetta fotografata,scuola di cucina,

Poneteli nel congelatore in attesa del loro utilizzo.

ricetta,ricette,cucina,pesto genovese,pesto di basilico,ricette tradizionali,condimenti per pasta,ricetta fotografata,scuola di cucina,

Estratto di pomodori

Un genuino estratto o concentrato di pomodori lo potrete ottenere con molta semplicità in questo periodo estivo. Una piccola dose sarà utile per insaporire e arricchire qualunque vostra ricetta.

Per una lunga conservazione dell’estratto di pomodori sarà opportuno aver cura di ricoprirlo con olio ogni volta che ne prelevate un poco.

estratto pomodori,conserve,tradizione siciliana,concentrato di pomodori,ricetta,ricette,ricetta fotografata,come preparare estratto pomodori,

 

Ingredienti:

  • pomodori
  • sale
  • olio extravergine di oliva

 

 

Lavate e tagliate a pezzetti i pomodori, aggiungete una generosa dose di sale e mettete sul fuoco per 15 minuti circa (fintanto che i pomodori di siano ammorbiditi).

ricetta,estratto di pomodori,concentrato di pomodori,come preparare estratto di pomodori,ricetta con foto,tradizione siciliana.

Fate sgocciolare i pomodori e poi passateli nel passaverdure

ricetta,estratto di pomodori,concentrato di pomodori,come preparare estratto di pomodori,ricetta con foto,tradizione siciliana.

Rimettete sul fuoco per qualche minuto per far restringere il composto

ricetta,estratto di pomodori,concentrato di pomodori,come preparare estratto di pomodori,ricetta con foto,tradizione siciliana.

e poi travasatelo su un largo piatto piano in ceramica, che esporrete al sole.

ricetta,estratto di pomodori,concentrato di pomodori,come preparare estratto di pomodori,ricetta con foto,tradizione siciliana.

Coprite il piatto con un velo per proteggerlo dagli insetti e di tanto in tanto rigirate il composto per favorire l’evaporazione dell’umidità in eccesso.

ricetta,estratto di pomodori,concentrato di pomodori,come preparare estratto di pomodori,ricetta con foto,tradizione siciliana.

ricetta,estratto di pomodori,concentrato di pomodori,come preparare estratto di pomodori,ricetta con foto,tradizione siciliana.

ricetta,estratto di pomodori,concentrato di pomodori,come preparare estratto di pomodori,ricetta con foto,tradizione siciliana.

ricetta,estratto di pomodori,concentrato di pomodori,come preparare estratto di pomodori,ricetta con foto,tradizione siciliana.

Basteranno 2 giorni di pieno sole (al tramonto mettere al riparo in luogo asciutto), per ottenere un impasto consistente che dopo averlo cosparso di olio conserverete in un barattolo impregnato di olio.

ricetta,estratto di pomodori,concentrato di pomodori,come preparare estratto di pomodori,ricetta con foto,tradizione siciliana.

ricetta,estratto di pomodori,concentrato di pomodori,come preparare estratto di pomodori,ricetta con foto,tradizione siciliana.

ricetta,estratto di pomodori,concentrato di pomodori,come preparare estratto di pomodori,ricetta con foto,tradizione siciliana.

Carciofi sott’olio

In questo periodo poichè il prezzo comincia a essere più contenuto, vi consiglio di preparare i carciofi sott’olio il cui procedimento è molto facile. E’ il metodo tradizionale tramandatoci dalle nonne che prediligevano dedicarsi alla preparazione di conserve stagionali.

carciofi.jpg

 Ingredienti:

  • carciofi
  • aceto di vino
  • olio extravergine
  • origano
  • sale

 

 

Pulite i carciofi in modo da lasciare solo la parte più tenera e bianca, divideteli in quarti e immergeteli man mano in acqua acidulata con limone.

Portate a ebollizione acqua, sale q.b., e aceto (1/2 bicchiere in un litro di acqua), e  sbollentate i cuori di carciofo per 2 minuti.

carciofi-sott'olio-2.jpgcarciofi-sott'olio-3.jpg
Scolateli bene
carciofi-sott'olio-4.jpgcarciofi-sott'olio-5.jpg
Adagiateli su carta assorbente, tamponateli con altra carta. Appena i carciofi saranno sufficientemente asciutti e freddi, riporli in barattolo sterilizzato aggiungendo origano di sicilia e olio extravergine di oliva fino a completa copertura dei carciofi. Se lo gradite potrete aggiungere uno spicchio di aglio e del peperoncino.
carciofi-sott'olio-6.jpgcarciofi-sott'olio-7.jpg
Chiudete il barattolo e attendere almeno qualche giorno prima di consumarli, anche se la tentazione è quella di provarli subito.
carciofi-sott'olio-8.jpg
carciofi-sott'olio-9.jpg
carciofi-sott'olio-91.jpg

Pomodori secchi sott’olio

Durante la stagione estiva con l’aiuto del nostro bel sole di Sicilia è facile poter essiccare i pomodori, basta tagliare i pomodori a metà e cospargerli di sale per poi esporli al sole coperti con un velo. In pochi giorni sono pronti per essere conservati. Per il loro consumo (sono ottimi antipasti e si prestano nella preparazione di svariate ricette) bisognerà seguire il procedimento che vado a illustrarvi, valido anche per i pomodori secchi conservati sottovuoto facilmente reperibili in commercio.

pomodori-secchi-sott'olio-1.jpgIngredienti:

  • pomodori secchi
  • aceto
  • olio extravergine di oliva
  • origano siciliano

 

pomodori-secchi-sott'olio-2.jpg

 

 

Portate a ebollizione 1 litro di acqua con 2 cucchiai di aceto ed immergete i pomodori

pomodori-secchi-sott'olio-3.jpg

lasciandoli bollire per 10 minuti a tegame coperto.

 

pomodori-secchi-sott'olio-4.jpg 

Scolatele per bene e poi

pomodori-secchi-sott'olio-5.jpg 

adagiatele in unico strato su carta assorbente

pomodori-secchi-sott'olio-6.jpg

quindi tamponatele con altra carta, poi riempite i barattoli aggiungendo origano e olio extravergine di oliva.

 

pomodori-secchi-sott'olio-7.jpg

 

Così preparati riacquisteranno morbidezza e si conserveranno a lungo purchè, ogni qualvolta che prelevate qualche pomodoro, abbiate l’accortezza di tenere i pomodori rimasti sempre coperti di olio.