BACI DI DAMA

baci-di-dama-9

I baci di dama sono dei golosi biscotti di frolla alle nocciole uniti a due a due con del cioccolato fondente. Sono facili da preparare e alla fine che soddisfazione ottenere un perfetto prodotto di pasticceria.

Ingredienti:

baci-di-dama

  • 150 gr. nocciole
  • 150 gr. farina 00
  • 100 gr. fecola
  • 120 gr. burro
  • 80 gr. zucchero
  • 1 uovo
  • 1 busta vanillina
  • 50 gr. cioccolato fondente

Tritate le nocciole fino a ridurle in polvere e mescolatele alla farina, alla fecola , allo zucchero e alla vanillina.

baci-di-dama-1

Dopo aver mescolato bene le polveri incorporate il burro ammorbidito e l’uovo impastando fino ad ottenere un impasto compatto che coprirete con pellicola lasciandolo riposare per mezz’ora in luogo fresco. Se necessario ponete l’impasto in frigo.

baci-di-dama-2

baci-di-dama-3baci-di-dama-4baci-di-dama-5Riprendete l’impasto e create delle palline che adagerete su carta forno per poi portarli a cottura in forno a 170° per 15 minuti.

baci-di-dama-6Sciogliete il cioccolato fondente nel microonde facendo attenzione a non riscaldarlo troppo e spalmatelo su un biscotto per poter attaccare l’altro e formare i baci di dama, proseguite così fino a esaurimento dei biscotti.

baci-di-dama-7

baci-di-dama-11baci-di-dama-10

 

Farfalle al salmone

farfalle-salmone-12Le farfalle al salmone vengono preparate come ottimo primo piatto, ma in porzione maggiorata può essere considerato piatto unico.

Ingredienti:

  • 350 gr. pasta formato farfalle
  • 200 gr. salmone affumicato
  • 5 cipollette fresche
  • 1 cucchiaio olio extravergine
  • 100 gr. vino bianco
  • 100 gr. panna cucina
  • 1 ciuffo prezzemolo

Tagliate la cipolletta e il salmone affumicato a pezzetti e fateli appassire in padella con un cucchiaio di olio.

farfalle-salmone-1

Versate il vino bianco e fatelo evaporare.
farfalle-salmone-2

farfalle-salmone-3Appena evaporato il vino aggiungete la panna da cucina amalgamando il tutto.farfalle-salmone-4farfalle-salmone-5Completate la preparazione con un ciuffo di prezzemolo tritato.farfalle-salmone-6Lessate le farfalle, scolatele dall’acqua di cottura e versateli in padella per mescolarle delicatamente al condimento.farfalle-salmone-7farfalle-salmone-9Servite le farfalle al salmone possibilmente su piatto preriscaldato.farfalle-salmone-10farfalle-salmone-12

Torta zebrata

torta-zebrata-17

Mi ha sempre incuriosito la torta zebrata che riproduce all’interno l’aspetto del manto della zebra o della tigre e finalmente ho trovato il tempo per prepararla. E’ un ottimo dolce da colazione specialmente per coloro che amano il cioccolato e per i bambini che lo accoglieranno con entusiasmo.

Gli ingredienti per preparare la torta zebrata:

torta-zebrata-1

  •  240 gr. farina 00
  •  170 gr. zucchero
  •  3 uova
  •  1 yogurt bianco
  •  120 gr. olio di semi di girasole
  •  40 gr. cacao amaro
  •  70 gr. latte
  •  1 busta vaniglia
  •  1 busta lievito per dolci

Montate le uova con lo zucchero fino ad ottenere un aspetto chiaro e spumoso, quindi incorporate lo yogurt e l’olio di semi ed infine la farina.
torta-zebrata-2
torta-zebrata-3 torta-zebrata-4 torta-zebrata-5

Trasformate il cacao in polvere allo stato cremoso mescolandolo con il latte, quindi dividete l’impasto in 2 parti aggiungendo all’una la vaniglia e all’altra la crema di cacao ottenendo così i due impasti occorrenti per ottenere la torta zebrata.torta-zebrata-6

torta-zebrata-7torta-zebrata-8Foderate con carta forno la base della tortiera e iniziate a  versare al centro una cucchiaiata di impasto chiaro alternando in sovrapposizione una cucchiaiata di impasto scuro. Continuate pazientemente ad alternare la sovrapposizione degli impasti fino ad esaurimento degli stessi.

torta-zebrata-9torta-zebrata-10torta-zebrata-11torta-zebrata-12torta-zebrata-13Portate a cottura la torta zebrata in forno a 175° per 30 minuti.

torta-zebrata-14

Ed ecco la torta zebrata pronta per una genuina e gustosa colazione.

torta-zebrata-16

torta-zebrata-17

torta-zebrata-19

Biscotti al limone

biscotti-al-limone-12-

I biscotti al limone sono una vera delizia per il palato, detti anche biscotti crepati per la caratteristica crepatura che si crea durante la cottura. Semplici da preparare e talmente buoni che li rifarete spesso!

 

Ingredienti:

biscotti-al-limone-1-

  • 250 gr. farina 00
  • 80 gr. zucchero
  • 80 gr. burro
  • 1 uovo
  • 1 limone
  • 1 busta lievito per dolci
  • zucchero semolato q.b.
  • zucchero a velo q.b.

Mescolate la farina con lo zucchero e il lievito, aggiungete la scorza grattugiata di un limone non trattato, il burro ammorbidito, l’uovo e il succo di mezzo limone.

biscotti-al-limone-2-

biscotti-al-limone-3-

Mescolate il tutto fino ad ottenere un impasto omogeneo e compatto che coprirete e riporrete in frigo per circa 30 minuti.

biscotti-al-limone-4

biscotti-al-limone-5-

Finito il tempo di posa prelevate dei pezzetti di impasto che rotolerete fra i palmi delle mani per creare delle palline grandi quanto piccole noci.

biscotti-al-limone-6-Composte tutte le palline rotolatele dapprima nello zucchero semolato e poi nello zucchero a velo,

biscotti-al-limone-7-

biscotti-al-limone-8-

adagiatele su teglia rivestita da carta forno distanziandole opportunamente per evitare che si attacchino durante la cottura in forno a 180° per circa 10/12 minuti, dovranno assumere un leggero colore dorato.

biscotti-al-limone-9-

biscotti-al-limone-10-

biscotti-al-limone-11-

biscotti-al-limone-14-Si conserveranno fragranti per parecchi giorni se conservati in contenitori ben chiusi .biscotti-al-limone-13-

 

Pasta funghi e speck

Pasta-funghi-speck-19La pasta con funghi e speck può essere preparata sia con funghi champignon, come in questo caso, o ancor meglio con funghi porcini o misti, il porro potrà essere sostituito da cipolla.

Ingredienti:

pasta-funghi-e-speck-002

  • 360 gr. pasta
  • 500 gr. funghi champignon
  • 1 porro
  • 100 gr. speck
  • 1/2 bicchiere vino
  • 400 gr. polpa pomodoro
  • 3 cucchiai olio extravergine
  • 1 ciuffo prezzemolo
  • 1 spicchio di aglio

 

Affettate il porro e ponetelo in un tegame  con 3 cucchiai di olio extravergine di oliva,

pasta-funghi-e-speck-009 aggiungete lo speck tagliato a bastoncini e lasciate appassire il tuttopasta-funghi-e-speck-011 pasta-funghi-e-speck-014 Unite i funghi e lasciateli appassire ponendo un coperchio sul tegamepasta-funghi-e-speck-016 pasta-funghi-e-speck-018 Quando i funghi si saranno ridotti notevolmente di volume irrorateli con mezzo bicchiere di vino che farete evaporare a fiamma vivace.pasta-funghi-e-speck-022 Incorporate la polpa di pomodoro e completate la cottura.

pasta-funghi-e-speck-032A fine cottura incorporate un trito di aglio e prezzemolo. Lessate la pasta e amalgamatela al condimento così preparato.
pasta-funghi-e-speck-041 Impiattate la pasta funghi e speck cospargendola con pecorino grattugiato.Pasta-funghi-speck-17 Pasta-funghi-speck-19

Brioches col tuppo

 

brioches-siciliane-87

Le brioches col tuppo fanno parte delle specialità siciliane di cui non è possibile fare a meno per una sana colazione in abbinamento a cappuccino o granita (in base alla stagione) o inframmezzata con gelato in qualunque stagione e a qualunque ora della giornata, un modo per coccolarsi e affrontare la vita con maggiore ottimismo.

Per chi non conosce il dialetto siciliano va detto che la parola tuppo rappresenta lo chignon ottenuto dalle nostre nonne o bisnonne che anticamente raccoglievano i loro capelli avvolgendoli alla base della nuca.

Dopo aver provato svariate ricette, non sempre con risultati soddisfacenti, finalmente ho messo un punto fermo su questa che sto a indicarvi per ottenere verosimilmente la brioche consumata nelle migliori pasticcerie catanesi.

Ingredienti:

  • 200 gr. lievito madre
  • 400 gr. farina 00
  • 200 gr. farina manitoba
  • 140 gr. latte
  • 110 gr. zucchero
  • 1 cucchiaio miele di arancio
  • 100 gr. burro
  • 2 uova
  • 1 busta vanillina

Ho utilizzato la planetaria ma se non ne disponete potrete impastare a mano integrando il lievito madre con il latte prima e poi con le uova sbattute, il miele e il burro fuso, andrete quindi ad incorporare gli elementi in polvere miscelati (farina 00, farina manitoba, zucchero e vanillina) procedendo all’impasto fino ad ottenere un composto morbido e omogeneo che coprirete con pellicola e posizionerete in luogo caldo fino al raddoppio del suo volume.

brioches-siciliane-54 brioches-siciliane-55 brioches-siciliane-57 brioches-siciliane-59 brioches-siciliane-61brioches-siciliane-67

Dividete l’impasto separando 11 panetti grandi e 11 panetti piccolini per poi creare i tuppi delle brioches.brioches-siciliane-69Date forma alle brioches creando delle sfere appiattite che presserete maggiormente al centro dove posizionare la pallina piccola che fungerà da tuppo. Adagiate le brioches col tuppo ottenute su teglia rivestita di carta forno e lasciatele lievitare nuovamente fino al raddoppio.brioches-siciliane-71Ottenuta la lievitazione spennellate le brioches col tuppo con tuorlo d’uovo, sbattuto insieme a un po di latte, e passatele in forno per la cottura a 180° per circa 20 minuti o comunque fino a completa doratura. Fatele raffreddare su una gratella, potrete consumarle subito oppure riporle dentro sacchetti o contenitori dove manterranno integra la loro freschezza per parecchie ore, passando qualche giorno basterà riscaldarle velocemente solo qualche secondo nel microonde per riprendere la fragranza iniziale delle brioches col tuppo.
brioches-siciliane-80 brioches-siciliane-81 brioches-siciliane-82 brioches-siciliane-83 brioches-siciliane-87 brioches-siciliane-88

Filetto di maiale al vermouth

filetto-al-vermout-034

Il filetto di maiale è un ottimo secondo piatto gustoso e gradevole al palato pur nella semplicità della sua preparazione.

Ingredienti:

  • 1 filetto di maiale
  • 3 cipolle
  • olio extravergine di oliva
  • 1/2 bicchiere vermouth
  • 1 dado per brodo

filetto-al-vermout-023

Affettate le cipolle e lasciatele ammorbidire in un tegame con 2 cucchiai di olio extravergine di oliva. Rosolate il filetto di maiale nello stesso tegame insieme alla cipolla e poi irrorate con il vermouth lasciando evaporare la parte alcolica a fiamma vivace.

Preparate il brodo con il dado e utilizzatelo per aggiungerlo poco alla volta fino a completare la cottura del filetto di maiale. 

A fine cottura affettate il filetto di maiale a fette piuttosto spesse sulle quali cospargerete il fondo di cottura.

filetto-al-vermout-024 filetto-al-vermout-025 filetto-al-vermout-027 filetto-al-vermout-031 filetto-al-vermout-034

Arrotolato di vitello con salsiccia e finocchietto

arrosto--022

L’arrotolato di vitello con salsiccia e finocchietto è un’ottima pietanza adatta a essere servita in un pranzo importante. Il finocchietto selvatico conferisce alla preparazione un gusto tipicamente e gradevolmente mediterraneo.

Ingredienti:

  • 1 Kg. carne vitello in unica fetta
  • 1 frittata di 3 uova e parmigiano
  • finocchietto selvatico pulito e tritato
  • 120 gr. provolone dolce
  • 300 gr. salsiccia sbriciolata
  • vino bianco

arrosto--03

Stendete la fetta di carne battendola per appiattirla se occorre, adagiate su di essa la frittata preparata con 3 uova, sale e parmigiano.

arrosto--04Tritate il finocchietto selvatico e distribuitelo sulla frittata,

arrosto--05

tagliate a strisce il provolone dolce e sovrapponetelo agli altri ingredienti.

arrosto--06Infine distribuite su tutta la superficie la salsiccia sbriciolata.

arrosto--07

Arrotolate con cura la carne stringendo man mano affinché fuoriesca l’aria che comprometterebbe la compattezza delle fette che a cottura ultimata andrete a tagliare.

arrosto--08

Legate l’arrotolato con spago per alimenti.arrosto--09

In un tegame con poco olio sigillate l’arrotolato dorandolo leggermente da ogni parte.

arrosto--010 arrosto--011

Versate nel tegame del vino bianco facendolo in parte evaporare a fiamma vivace.

arrosto--013

Proseguite la cottura a tegame coperto e fiamma bassa per circa un’ora rigirandolo a metà cottura.

arrosto--014

Quando l’arrotolato di vitello avrà raggiunto un bel colore intenso spegnete la fiamma e lasciatelo raffreddare.

arrosto--015

Eliminate lo spago e tagliate l’arrotolato a fette piuttosto spesse.

arrosto--019 arrosto--020

Sistemate le fette su piatto da portata e servitele con contorno di patate al forno.

arrosto--022 arrosto--023

 

MACCO DI FAVE

macco-035

Per il giorno di S. Giuseppe la tradizione siciliana impone la preparazione del macco di fave che prevede l’ammollo delle fave secche per almeno 12 ore. Il macco di fave è un piatto povero ma ricco di gusto grazie alla presenza del finocchietto selvatico che non a caso in questo periodo è in piena vegetazione.

Il macco di fave se preparato in abbondanza diventa un ottimo antipasto il giorno dopo se tagliato a quadratini e fritto.

Ingredienti:

  • 300 gr. fave secche sgusciate
  • 1 grossa cipolla bianca
  • un mazzo di finocchietto
  • 150 gr. spaghetti sminuzzati
  • olio extravergine di oliva
  • pepe nero (facoltativo)

macco-006Tenete in ammollo le fave secche sgusciate per almeno 12 ore, dopodiché risciacquatele sotto l’acqua corrente e ponetele in pentola insieme alla cipolla ridotta a tocchetti, il finocchietto, acqua fino a ricoprire il tutto e il sale sufficiente. Il macco di fave dovrà restare in cottura fintanto che le fave si sbriciolano assumendo un aspetto cremoso.. 

macco-010 macco-022

A cottura avvenuta potete scegliere due alternative:

- consumare il macco di fave con l’aggiunta di olio extravergine di oliva e pepe nero.

- aggiungere gli spaghetti sminuzzati fino a cottura prevedendo in questo caso una maggiore quantità di acqua a inizio cottura, completando con l’aggiunta di  olio extravergine di oliva. 

macco-035