Filetto di maiale al vermouth

filetto-al-vermout-034

Il filetto di maiale è un ottimo secondo piatto gustoso e gradevole al palato pur nella semplicità della sua preparazione.

Ingredienti:

  • 1 filetto di maiale
  • 3 cipolle
  • olio extravergine di oliva
  • 1/2 bicchiere vermouth
  • 1 dado per brodo

filetto-al-vermout-023

Affettate le cipolle e lasciatele ammorbidire in un tegame con 2 cucchiai di olio extravergine di oliva. Rosolate il filetto di maiale nello stesso tegame insieme alla cipolla e poi irrorate con il vermouth lasciando evaporare la parte alcolica a fiamma vivace.

Preparate il brodo con il dado e utilizzatelo per aggiungerlo poco alla volta fino a completare la cottura del filetto di maiale. 

A fine cottura affettate il filetto di maiale a fette piuttosto spesse sulle quali cospargerete il fondo di cottura.

filetto-al-vermout-024 filetto-al-vermout-025 filetto-al-vermout-027 filetto-al-vermout-031 filetto-al-vermout-034

Arrotolato di vitello con salsiccia e finocchietto

arrosto--022

L’arrotolato di vitello con salsiccia e finocchietto è un’ottima pietanza adatta a essere servita in un pranzo importante. Il finocchietto selvatico conferisce alla preparazione un gusto tipicamente e gradevolmente mediterraneo.

Ingredienti:

  • 1 Kg. carne vitello in unica fetta
  • 1 frittata di 3 uova e parmigiano
  • finocchietto selvatico pulito e tritato
  • 120 gr. provolone dolce
  • 300 gr. salsiccia sbriciolata
  • vino bianco

arrosto--03

Stendete la fetta di carne battendola per appiattirla se occorre, adagiate su di essa la frittata preparata con 3 uova, sale e parmigiano.

arrosto--04Tritate il finocchietto selvatico e distribuitelo sulla frittata,

arrosto--05

tagliate a strisce il provolone dolce e sovrapponetelo agli altri ingredienti.

arrosto--06Infine distribuite su tutta la superficie la salsiccia sbriciolata.

arrosto--07

Arrotolate con cura la carne stringendo man mano affinché fuoriesca l’aria che comprometterebbe la compattezza delle fette che a cottura ultimata andrete a tagliare.

arrosto--08

Legate l’arrotolato con spago per alimenti.arrosto--09

In un tegame con poco olio sigillate l’arrotolato dorandolo leggermente da ogni parte.

arrosto--010 arrosto--011

Versate nel tegame del vino bianco facendolo in parte evaporare a fiamma vivace.

arrosto--013

Proseguite la cottura a tegame coperto e fiamma bassa per circa un’ora rigirandolo a metà cottura.

arrosto--014

Quando l’arrotolato di vitello avrà raggiunto un bel colore intenso spegnete la fiamma e lasciatelo raffreddare.

arrosto--015

Eliminate lo spago e tagliate l’arrotolato a fette piuttosto spesse.

arrosto--019 arrosto--020

Sistemate le fette su piatto da portata e servitele con contorno di patate al forno.

arrosto--022 arrosto--023

 

Arista agli agrumi

arista-agrumi-15

L’arista agli agrumi è un secondo piatto che riporta alle tradizioni della cucina siciliana, adatto nei menù delle feste e non solo.

Ingredienti:

  • 1200 gr. arista di maiale in un solo pezzo
  • 150 gr. pancetta arrotolata
  • 1 limone
  • 2 arance
  • spago per alimenti

Tagliate a fette regolari l’arista lasciandola intera alla base,

arista-agrumi-5

inserite la pancetta e una fetta di arancia tra la prima e la seconda fetta di arista, e la pancetta e una fetta di limone tra la seconda e la terza fetta di arista. Proseguite alternando l’arancia e il limone insieme alla pancetta per ogni fetta seguente.

arista-agrumi-7

Fissate le fette di arista con due spiedini in legno e poi legatela con lo spago affinché durante la cottura le fette rimangano compatte.

arista-agrumi-9

In una pirofila da forno spremete il succo di un’arancia e mescolatelo a un cucchiaio di olio e appena un poco di sale (la pancetta insaporirà la carne), adagiate l’arista nella pirofila ed irroratela con il liquido ottenuto prima di passarla in forno per la cottura.

arista-agrumi-12

Seguite la cottura irrorando di tanto in tanto con il succo di arancia integrandolo se il fondo di cottura non fosse sufficiente.

arista-agrumi-13

A fine cottura eliminate spago e spiedini, definite il taglio di ogni fetta e sistemate su piatto di portata che decorerete con fette di arancia e di limone.

arista-agrumi-15 arista-agrumi-18

 

Fegato alla veneziana

 

fegato-alla-veneziana-42

Non a tutti è gradito il sapore del fegato, ma diventa gradevolissimo se cotto alla veneziana e con una variante (ereditata dalla cucina della mia famiglia) che consiste nell’aggiunta dell’alloro che lo rende particolarmente digeribile e gustoso. Una ricetta da provare per ricredersi.

Ingredienti:
fegato-alla-veneziana-01

  • 700 gr. fegato di vitello
  • 1 grossa cipolla
  • vino bianco
  • foglie di alloro
  • olio extravergine di oliva

 

 

 

Fate stufare la cipolla con 2 cucchiai di olio, e appena questa si sarà appassita aggiungete il fegato tagliato a piccoli pezzi ed alcune foglie di alloro.

fegato-alla-veneziana-08

fegato-alla-veneziana-12

fegato-alla-veneziana-10

fegato-alla-veneziana-15

fegato-alla-veneziana-21

Sfumate con mezzo bicchiere di vino bianco e fate proseguire la cottura a tegame coperto per pochi minuti. Il fegato non richiede lunga cottura.

fegato-alla-veneziana-26

fegato-alla-veneziana-28fegato-alla-veneziana-29

Servite il fegato subito evitando di riscaldarlo perché potrebbe indurirsi, va bene anche se consumato a temperatura ambiente.

fegato-alla-veneziana-44

Insalata di pollo alla senape

 
pollo-alla-senape.7

 

L’ insalata di pollo alla senape è indicata per una cena fredda o per chi ha poco tempo e desidera preparare in anticipo la pietanza. Per la realizzazione di questa ricetta bisogna prima lessare in brodo vegetale le cosce di pollo così come descritto qui  

Ingredienti:

pollo-alla-senape

  • 3 cosce di pollo in brodo
  • giardiniera
  • 1 barattolo salsa di senape
  • olive nere denocciolate
  • pepe nero

 

 

 

Sfilettate la polpa delle cosce di pollo già cotte in brodo vegetale

pollo-alla-senape.3

 Tagliate a rondelle le olive nere snocciolate e riducete a piccoli pezzi la giardiniera ben sgocciolata dal suo liquido di conservazione.

pollo-alla-senape.1

 Aggiungete 4 cucchiai di salsa alla senape,

pollo-alla-senape.2 e incorporate il pollo lesso sfilettato e una spolverata di pepe nero macinato.

pollo-alla-senape.4

 Mescolate il tutto e trasferite su piatto da portata l’insalata di pollo alla senape che potrà essere servita fredda.

pollo-alla-senape.6

 

Lingua di vitello ripiena

 

lingua-vitello-ripiena-057Ho deciso di preparare la lingua di vitello ripiena volendo rispolverare una antica ricetta della mamma di Nicola, la mitica nonna Mimma, che da buona siciliana utilizzava in cucina molti ingredienti anche insoliti rendendo particolarmente appetibile anche ciò che non avremmo mai sognato di poter assaggiare.

So bene che la mia ricetta non sarà apprezzata da tutti perché solo a sentire il nome a molti incute un senso di ribrezzo, quindi mi rivolgo a coloro che non hanno fobie alimentari e che non sono condizionati da falsi preconcetti, perché la lingua così come altre parti riconoscibili del bovino (la coda, la trippa ecc. ecc.) è molto buona da gustare.

Ingredienti:

lingua-vitello-ripiena-002  

  • 1 lingua di vitello
  • 200 gr. tritato di maiale
  • 1 cipolla
  • 1 costa di sedano
  • 1 carota
  • 1 lt. passata di pomodoro
  • 2 cucchiai concentrato di pomodoro
  • foglie di alloro
  • chiodi di garofano
  • 1 uovo
  • 40 gr pangrattato
  • 50 gr pecorino siciliano grattugiato
  • prezzemolo
  • sale e olio extravergine di oliva q.b.

Avendo il timore di non riuscire bene con gli strumenti a mia disposizione, ho fatto praticare dal macellaio un foro centrale per tutta la lunghezza della lingua per poter inserire il ripieno. Ho faticato un poco per eliminare la pelle coriacea della lingua dopo averla immersa per qualche minuto in acqua bollente; un coltello molto affilato mi è stato di valido aiuto e il risultato lo vedete dalle immagini.

lingua-vitello-ripiena-006

Ho impastato il tritato di maiale (condito dal macellaio con sale e pepe come per preparare la salsiccia) insieme all’uovo, il pangrattato, il pecorino e il prezzemolo e dopo aver ben amalgamato l’impasto l’ho inserito nel foro praticato alla lingua facendo attenzione a esercitare una pressione dall’alto verso il basso per far penetrare il ripieno fino in fondo.

lingua-vitello-ripiena-009

Ho legato la lingua con lo spago per alimenti, come si fa con il falso magro e l’ho passato in padella per sigillarne la carne.

lingua-vitello-ripiena-011

lingua-vitello-ripiena-018lingua-vitello-ripiena-022

In un tegame ho fatto appassire, con due cucchiai di olio, il trito di cipolla, sedano e carota e poi ho aggiunto la passata di pomodoro, il concentrato di pomodoro (home made) sciolto in acqua calda, qualche foglia di alloro e i chiodi di garofano.

lingua-vitello-ripiena-023

lingua-vitello-ripiena-027lingua-vitello-ripiena-030

Ho immerso la lingua ripiena nel sugo e l’ho lasciata cuocere a fiamma bassissima e tegame coperto per circa 2 ore, rigirandola di tanto in tanto da una parte e dall’altra.

lingua-vitello-ripiena-031

lingua-vitello-ripiena-036

lingua-vitello-ripiena-033

Finita la cottura ho tolto lo spago e ho affettato la lingua di vitello ripiena a uno spessore di circa 1 cm, adagiando le fette su un letto di sughetto di cottura. lingua-vitello-ripiena-045

lingua-vitello-ripiena-053

Con questa ricetta partecipo al contest:

la sicilia nel piatto

La Sicilia nel piatto del blog “Come mangio io” per il gruppo “Gli amanti della cucina siciliana”

Involtini fesa di tacchino

Utilizzando ciò che avevo in frigo ho preparato degli involtini di fesa di tacchino abbastanza insoliti e molto gustosi. Una sorpresa per me che non ho mai (ingiustamente) apprezzato la carne di tacchino pur avendo la consapevolezza che in qualità di carne bianca è un alimento raccomandato per ogni tipo di dieta.

cucina,ricetta,ricette,ricette tacchino,involtini,carni bianche,ricetta fotografata,

cucina,ricetta,ricette,ricette tacchino,involtini,carni bianche,ricetta fotografata,Ingredienti:

  • 500 gr.  fesa di tacchino
  • 100 gr. mortadella
  • 100 gr. Philadelphia
  • insaporitore per carne
  • olio extravergine di oliva

 

Su ogni fetta di fesa di tacchino adagiate una fetta di mortadella e spalmate il formaggio Philadelphia. Arrotolate formando un involtino e fissatelo con stuzzicadenti.

cucina,ricetta,ricette,ricette tacchino,involtini,carni bianche,ricetta fotografata,

cucina,ricetta,ricette,ricette tacchino,involtini,carni bianche,ricetta fotografata,

Bagnate gli involtini nell’olio prima di passarli in teglia e aromatizzateli con aromi per arrosto.

Infornate a 180° per 15 minuti, e serviteli ancora caldi.

cucina,ricetta,ricette,ricette tacchino,involtini,carni bianche,ricetta fotografata,

cucina,ricetta,ricette,ricette tacchino,involtini,carni bianche,ricetta fotografata,

cucina,ricetta,ricette,ricette tacchino,involtini,carni bianche,ricetta fotografata,

cucina,ricetta,ricette,ricette tacchino,involtini,carni bianche,ricetta fotografata,

cucina,ricetta,ricette,ricette tacchino,involtini,carni bianche,ricetta fotografata,

Sarde a linguata

 

Le sarde a linguata, uno dei tanti modi in cui le sarde vengono preparate in Sicilia. E’ un piatto povero ma gustoso, di facile preparazione. L’apertura a libro con l’eliminazione di testa e lisca è una operazione che se avete poco tempo potrete far eseguire dal pescivendolo che con molta destrezza lo farà velocemente.

cucina,ricetta,ricette,ricette con sarde,ricette pesce azzurro,ricetta siciliana,ricetta povera,ricetta con foto,

Ingredienti:

500 gr. sarde

1 uovo

farina q.b.

aceto

sale

olio per frittura (io evo)

cucina,ricetta,ricette,ricette con sarde,ricette pesce azzurro,ricetta siciliana,ricetta povera,ricetta con foto,

Dopo aver eviscerato, diliscato e lavato le sarde immergetele nell’aceto per 10 minuti e poi metteteli ad asciugare in un recipiente bucherellato.

cucina,ricetta,ricette,ricette con sarde,ricette pesce azzurro,ricetta siciliana,ricetta povera,ricetta con foto

cucina,ricetta,ricette,ricette con sarde,ricette pesce azzurro,ricetta siciliana,ricetta povera,ricetta con foto

Infarinate le sarde singolarmente e passatele nell’uovo sbattuto con il sale occorrente.

cucina,ricetta,ricette,ricette con sarde,ricette pesce azzurro,ricetta siciliana,ricetta povera,ricetta con foto

cucina,ricetta,ricette,ricette con sarde,ricette pesce azzurro,ricetta siciliana,ricetta povera,ricetta con foto

Friggete le sarde in olio abbondante e appena raggiunta la doratura da ambo i lati adagiatele su carta cucina per eliminare l’olio in eccesso.

cucina,ricetta,ricette,ricette con sarde,ricette pesce azzurro,ricetta siciliana,ricetta povera,ricetta con foto

cucina,ricetta,ricette,ricette con sarde,ricette pesce azzurro,ricetta siciliana,ricetta povera,ricetta con foto

Servite le sarde a linguata con fettine di  limone.

cucina,ricetta,ricette,ricette con sarde,ricette pesce azzurro,ricetta siciliana,ricetta povera,ricetta con foto

cucina,ricetta,ricette,ricette con sarde,ricette pesce azzurro,ricetta siciliana,ricetta povera,ricetta con foto

Frittelle di muccu

cuucina,ricetta,ricette,ricette pesce,ricette pesce neonato.ricette siciliane,,

Le frittelle di muccu o bianchetto sono una prelibata specialità siciliana. Sono pesci neonati che possono essere pesci azzurri se di colore argentato, o trigliette se di colore rosato. Anche se la pesca è vietata è comunque possibile trovarlo al mercato del pesce o addirittura lungo le coste sabbiose direttamente dai pescatori muniti di reti a trame piccolissime.

Ingredienti:

  • 500 gr. pesce neonato (muccu)
  • 4 uova
  • gr. 70 pecorino grattugiato
  • prezzemolo
  • 1 cucchiaio farina (facoltativo)
  • olio per friggere

 

Sbattete le uova e aggiungete il prezzemolo e il formaggio pecorino grattugiato, incorporate il pesce neonato e un cucchiaio di farina se preferite un impasto più denso (io non l’ho messo).

cucina,ricetta,ricette,ricette pesce,ricette pesce neonato.ricette siciliane,,

cucina,ricetta,ricette,ricette pesce,ricette pesce neonato.ricette siciliane,,

cucina,ricetta,ricette,ricette pesce,ricette pesce neonato.ricette siciliane,,

cucina,ricetta,ricette,ricette pesce,ricette pesce neonato.ricette siciliane,,

cucina,ricetta,ricette,ricette pesce,ricette pesce neonato.ricette siciliane,,

Friggete a cucchiaiate l’impasto ottenuto e appena le frittelle di muccu avranno raggiunto un bel colore dorato adagiatele su carta cucina per eliminare l’olio in eccesso.

Tenete le frittelle di muccu in caldo fino al momento di servirle.

cucina,ricetta,ricette,ricette pesce,ricette pesce neonato.ricette siciliane,,

cucina,ricetta,ricette,ricette pesce,ricette pesce neonato.ricette siciliane,,

cucina,ricetta,ricette,ricette pesce,ricette pesce neonato.ricette siciliane,,

cucina,ricetta,ricette,ricette pesce,ricette pesce neonato.ricette siciliane,,